martedì 10 giugno 2008

Un' emozione fiorita.


Profumo di rose; luce di girasoli.
Acqua di gambo; spine di rose.
Leggerezza di bouchet a colori.

L' emozione, oggi, ha il peso di un accostamento di giardino, qui, sulle mie ginocchia.

A scuri aperti, niente vento.
Un bambino, là fuori, grida; vuole provare nel petto incapace l' effetto che fa.
L' aria è calda, mai secca, si alza un po' di polvere da terra.
Il mio stomaco gorgoglia, la testa vaga.

Poco fa è successo che le guance mi diventassero rosso pomodoro. O meglio: sono rimaste le stesse, ma le avrei dette infuocate, tanto bruciavano.
Il sange è diventato liscio, andava e veniva come pittura a nastro dalle setole di un pennello sottile.
Su, giù; su e giù.
Ma le forze dov' erano finite?
Sul fondo di quel barattolo di colore. Raggrumate per il ghiaccio che, dopo la fuoriuscita del calore bollente della mia emozione, si è allargato sotto la pelle.

E' troppo caldo, nell' aria. Non batto i denti.
Ma mi sento in cima, sul picco più alto di un ottovolante un po' arrugginito. Sospesa.
A tratti, la navicella si sporge in avanti... ondeggia e... un soffio di sussulto e volerebbe giù.
A tratti, si culla all' indietro... ondeggia e... un rumore, un piccolo spavento, cadrebbe in giù.

Che emozione ghiacciata, adesso...
Ma in mattina è stata fuoco.

La vedo colore dei fiori, oggi, l' emozione.
Ma è solo per un istante, si libera da ogni definizione e frantuma il suo vaso.

Domani sarà rossa; domenica bianca; fra un' ora solo blu.

E' così. Tiranneggia e decide la sfumatura di ogni respiro.
Bouchet fiorito, fazzoletto inzuppato; chitarra fra le braccia, coltello impugnato; fucile carico, pianta dissetata.

Tutti dominati dai suoi girotondi insensati.

Ma è così.
Opporsi, illude.

Mara

Etichette: ,

1 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

Scrittura fiorita.

Skywalker

11 giugno 2008 13:43  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page