mercoledì 4 giugno 2008

Il cuore e l' attesa.

Oggi sento il cuore ballerino.
Trema, la voce si fa flebile e poi si spezza.
La bocca è un poco aperta, sta per dire qualcosa ma scuote la testa e proferisce no. Rinuncia.

Capitano momenti così. La voce si spacca nella gola e nessuna bolla di alito viene fuori...

Quando le emozioni si affollano, premono, all' interno della cavità del petto e non sanno uscire, per respirare aria e riprendere fiato, io implodo.

Mi rimpinzo di non so che, sembra anidride vuota, ghiaccio secco, e mi gonfio, mi espando, ma non esplodo.
Piuttosto implodo.
Dentro succede tutto. Chi mi guarda non vede nulla. Niente di insolito. La vita scorre tranquilla.

Oggi va così.

Sono stati gli stimoli eccessivi.
Ordinari nella forma, a pensarli con distanza. Solo troppi.
Invadono...

La mia è nostalgia amara anticipata.
Nessun distacco ancora. Il corpo è qui. La pena, però, è già dentro.

All' inizio aspettavo e il cuore montava, il sangue saliva.
Che tempo lento, che chilometri lunghi, che pareti insopportabili... Che minuti angoscianti, che distanza feroce, che noia greve...

Non è passato, ancora. Resta così, qui, quando aspetto. Non ho da fare, posso attendere. Non mi arrabbio. Va bene.

Ma ne ho bisogno. Mi ferisce la distanza, non vedere, non toccare. Non sentire.
Questo sopra ogni cosa.

Devo rassegnarmi.
Purtroppo è una parola che ripeto a fatica, e a fatica va giù.

Mara

http://www.cicorivoltaedizioni.com/cicorivoltaedizioni_leggimi_nei_pensieri.htm
http://www.qlibri.it/narrativa-italiana/racconti/leggimi-nei-pensieri/

Etichette: ,

6 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

ciao Mara...
quanto sono lunghe le attese...
a volte belle...
a volte brutte...

mi piace molto leggerti!
baci monnymonny

5 giugno 2008 16:59  
Blogger Mara ha detto...

Che cara che sei!Grazie a te che non manchi di passare!

Baci!!!

6 giugno 2008 00:59  
Anonymous Anonimo ha detto...

ciao mara, grazie per essere passata da me, scrivi con l'anima parole meravigliose, complimenti*kiss

6 giugno 2008 10:14  
Anonymous Anonimo ha detto...

Rassegnazione, attesa, le conosco bene...
Un bacio.
France

7 giugno 2008 09:34  
Blogger Mara ha detto...

Grazie a tutte.
Sì, le attese lasciano dentro come un morso... che tuttavia vivifica anche.

Baci.

7 giugno 2008 14:20  
Blogger giuli ha detto...

tu lo sai, vero, che io ho vissuto di tante attese? mi è successo in amore e per quello le ho accettate. conosco il dolore che comportano, ma anche il senso di rinascita che si prova dopo..quando quel che si attende arriva. a quel punto il valore di cui si gode non è quantificabile.

18 giugno 2008 19:46  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page