giovedì 21 agosto 2008

La staffetta.


Miei cari,

lo so, lo so, LO SO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Sparita, volatilizzata, muta!
Tutto che langue, senza vita, nè movimento...
Blog morto, defunto, fisso e inespressivo come l' immagine del cerchio arcobaleno della Rai in notturno!
Persino a me, passando di qui, sembrava quasi di sentire il bbbbbbbbbbbbbbiiiiiiiiiiiiiiiiiiippppppppppppp odioso e statico in sottofondo...

Alla fine, però, eccomi.
Allungata di qualche giorno sul piano di partenza ma, in definitiva, più carica e più felice!

^ ^

Le vacanze, a pensarci, dovrebbero avere questo effetto, salvo che per i workalcolizzati, con cui, oggi, francamente mi sento più che mai solidale: stiamo piano piano arrivando ad esserlo un po' tutti, magari nel segreto, in un posticino nascosto, dei nostri pensieri più pestiferi e petulanti...
AIUTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ad ogni modo si riparte.
L' autunno in arrivo, mi attende con un paniere carico, pieno, di piccoli punti interrogativi rossi e rutilanti che mi avvolgono a spirale come un turbine.
Mi aspettano molte novità ed esperienze mai affrontate prima, che andranno a braccetto con impegni e attività di lungo corso che si avviano, invece, al loro naturale compimento.
Ecco perchè, l' immagine della staffetta mi è sembrata la più adatta e lieve.

Nella staffetta, in realtà, ci sono sempre più corridori. Qui, invece, sono io stessa a darmi il cambio e, a passare di mano, sono i diversi compiti e obiettivi che, nella agenda del mio pensiero, sono segnati in scaletta.

Nella vita mi butto. Mi sono sempre buttata.
Non ho paura, sono spericolata.
Pur odiando salire in moto, la velocità oltre i 140 all' ora, tornare a casa tardi da sola, i tuffi dall' alto, le parole spinte in là oltre la soglia della concordia...

E così mi preparo a saltare anche questa volta.

Sento il brivido della sfida e l' adrenalina sparata sotto pelle non appena si accendono le luci e si alza il sipario e lo sparo del via rimbomba nel cavo auricolare...

Come tanti, oggi, amo cambiare involucro e cerco nuovi lidi da toccare.
Allo stesso modo, desidero braccia solide che mi accolgano e occhi sicuri in cui specchiarmi.

Da bambina mi angosciava la favola della moglie del pescatore che, divenuta regina per grazia, volle essere imperatrice e finì così nella polvere...
Morale antica; metafora moderna.

Per ora metto un punticino.
Perdonate questo post sconquassato, il prossimo, prestissimo, avrà il sapore del sole!

Vi bacio tutti con affetto, grazie per esserci stati e per aver avuto pazienza.

Mara

Etichette:

12 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

Eccoti di ritorno!! Ci sei mancata..
Però è giusto prendersi un periodo per ricaricarsi, rigenerarsi, provare nuove emozioni e alla fine tornare se stessi al proprio quotidiano, ma molto più ricchi interiormente!

Un bacione!!
ElenaGT

22 agosto 2008 11:10  
Anonymous Anonimo ha detto...

un abbraccio forte forte alla mia carissima Mara!!!
Anche io mi sono presa una pausa piuttosto lunga,anche dal mio blog....che ancora è in stan-by,in attesa che io decida quale forma e contenuti proporre...sono contenta di sentirti così carica e piena di positività per gli impegni prossimi,vecchi e nuovi,leggere il tuo post fa venire voglia di scattare su,uscir fuori e iniziare a correre

22 agosto 2008 12:44  
Anonymous Anonimo ha detto...

scusa,mi sono dimenticata di firmare il post precedente...
un abbraccio da Monica

22 agosto 2008 12:45  
Blogger Mara ha detto...

@ElenaGT: Elena mia!!!
Anche tu mi sei mancata sai?
Sì, le vacanze mi sono servite a fare il pieno di amore (evviva!) e a staccare. A fermarmi per riordinare i mille accadimenti di quest' anno e per fare il pieno di energie e impulsi per il tempo che viene.

Spero che anche a te le ferie siano state utili per dare ulteriore sprint al tuo turbo già portentoso!!!

; D

Baci, tanti, Elena cara.

22 agosto 2008 13:26  
Blogger Mara ha detto...

@Monica. Monicaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!! Mi chiedevo quando ti avrei rivista! Mi mancavano i tuoi bellissimi commenti!

Hai un blog e non dici nulla??????????????? Se mi dai l' indirizzo ci vengo con molto piacere.

Sono felice se i miei post fanno un effetto energy: in effetti è l' autunno che in me produce tutto questo!

; D

Un bacio grande grande.

22 agosto 2008 13:31  
Anonymous Anonimo ha detto...

Buon per te che hai questa energia. Io da quando sono rientrata sono sempre un po' assopita. Sarà che non ho progetti tanto certi davanti a me?

22 agosto 2008 13:37  
Anonymous Anonimo ha detto...

Sì,ho un blog,adesso però è lì,che attende.......avevo iniziato con molta spontaneità,mettendo dentro quello che mi veniva,senza pensarci troppo su,adesso mi chiedo se continuare in quel modo o ....non so nemmeno io....comunque l'indirizzo è.http://monyblog.style.it,quando ti va passa dalle mie parti,mi farebbe piacere una tua visita
Monica

22 agosto 2008 13:47  
Blogger Mara ha detto...

@Pinkclo: ciao tesoro!!!
Tranquilla, il tuo è uno stato d' animo e fisico del tutto normale al termine delle vacanze! Pensa che gli esperti parlano, con cognizione di causa, di sindrome da rientro! Sintomi? Calo brusco dell' energia fisica e mentale, morale sotto i piedi, stanchezza e spossatezza, una leggere depressione, noia, perdita di interesse generale.

Diciamo che i progetti sono il mio antitodo, e volente o nolente, mi tiro su le maniche e mi metto in cammino!
Ma a volte può essere utile anche solo fermarsi e assecondare il proprio stato senza combatterlo: siamo noi stessi i nostri primi e insostituibili amici e alleati!
Ascoltiamoci e facciamoci tante carezze.

Quanto ai progetti, crearne di nuovi è quanto di più facile possa esistere! Basta cominciare dalle piccole cose. Esempio: io amo sparare e ho un' ottima mira, così, da settembre, conto di iscrivermi ad un corso di tiro al bersaglio!
Non ti insegno nulla, cara Clò, Piccoli Piaceri!

; D

Baci e a prestissimo da te!

22 agosto 2008 14:13  
Anonymous Anonimo ha detto...

Mara, io di vacanze ho fatto solo 3 giorni, ma mooolto concentrati!!
Ampia documentazione sul mio blog.

Baci
ElenaGT

22 agosto 2008 16:22  
Anonymous Anonimo ha detto...

bella dolce cara Mara:bentornata!
per me niente vacanze ....
lavoro tutti i santi giorni ma vivendo qui ho cmq la possibilità di andare a mare durante l'orario di spacco,andare a cena fuori e ogni tanto vedere anche l'alba...
un po' come stare in vacanza...
a settembre recupererò le mie ore di sonno perse,ho in mente un week end in Puglia in una bellissima masseria che si trova a Fasano...
in questi ultimissimi giorni ho aperto un nuovo blog multiutente,l'indirizzo è http://cigarettesandcoffee.style.it/
sono sicura che passerai a trovarmi...
a proposito...ieri è stato il mio compleanno 34 per l'esattezza!
ti abbraccio forte forte...
monnymonny

22 agosto 2008 21:00  
Anonymous Anonimo ha detto...

stellina mia adorata,
posso scrivere anche qui il mio quesito. Che ne pensi di questo sito http://www.ilmiolibro.it/

23 agosto 2008 21:06  
Blogger Mara ha detto...

@MissPulce: mia cara, delle autopubblicazioni io ho un' ottima opinione.
Trovo che sia naturale per chi scrive ambire a pubblicare con case editrici più o meno importanti o conosciute (non tanto per il valore in sè del nome o per il compenso, quanto per la visibilità e, ancor più, per la distribuzione) tuttavia, poichè non sempre risulta possibile per un esordiente, allora ben venga il self-publishing!
Anni fa, l' autopubblicazione avveniva presso una tipografia e spesso gli autori riuscivano vendere le copie stampate, rifacendosi delle spese; oggi grazie a LULU, il primo portale a dare nuova dignità all' autoproduzione, ne sono nati diversi che offrono la stampa del libro e la diffusione sul sito internet.
Il sito che mi hai segnalato (che già conoscevo) mi sembra abbia anche iniziative molto interessanti, ad esempio, in collaborazione con la Scuola Holden: d' altronde si dice che i talent scouts siano sempre al lavoro!
Dunque, io proverei prima ad inviare il mio manoscritto in giro, nel caso, poi, ben venga l' autopubblicazione!
Oggi esistono anche gruppi di librerie sensibili che collaborano con gli autori autoprodotti per ospitare i loro libri in appositi scaffali!

Il self-publishing, sta vivendo una nuova era, ma il movimento è partito dal mondo musicale: pensa a quanti giovani cantautori o gruppi, ultimamente, sono stati notati e acquistati da major dopo aver diffuso i loro lavori autoprodotti sul web!

Non ti farò, perciò, un discorso commovente quale: ma sì, almeno lo scrittore o la scrittrice avrà realizzato il sogno di una vita!
Ma ti parlo di un modo come un altro, oggi, per vendere il proprio lavoro, perfettamente al passo con i tempi.
E' l' epoca degli agenti, questa, cara Miss, soprattutto di sè stessi! (Ma tu questo lo sai già bene! ; D )

Baci baci!!!

24 agosto 2008 11:38  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page